italian art and passion

Cycle

CICLO DI PRODUZIONE

Il ciclo produttivo di Elli F.lli è completo e particolarmente specializzato in relazione ai modelli normalmente prodotti dall’azienda; una certa flessibilità di messa a punto permette di lasciare spazio a produzioni particolari che potrebbero essere realizzate su richieste specifiche del cliente. Ecco una breve descrizione del ciclo produttivo tipo che è tra i più completi, e ben rappresenta la potenzialità produttive aziendali.
N.B. (ogni linea-impianto per alcuni giorni esegue un tipo di pezzo, ad esempio ripiani od ante in varie misure; poi viene riallestita per altri pezzi: come spalle, letti schienali, eccetera…)

PREPARAZIONE
FALEGNAMERIA E SEZIONATURA

Varie macchine tradizionali, linee di taglio-multilame, un’ impianto di sezionatura doppia angolare, permettono la preparazione di componenti dei singoli pannelli (listelli-fodere di chiusura) ed un preassemblaggio provvisorio dei telai portanti (fir-frame).

COSTRUZIONE PANNELLO TAMBURATO
LINEA CALIBRATURA – PRESSA

Costruzione vera e propria del pannello: vengono assemblati i componenti che lo costituiscono (colle classe E1 CEE e colle a base di farina di riso naturale).
– carico (e scarico) automatico mediante ventose
– preparazione del nido d’ape irrigidente (Ta Pro Lite 50 system)
– incollatura e assemblaggio telai portanti nido d’ape e fodere di chiusura
– pressatura a caldo con pressa su due piani (Double Deck system)

SQUADRATURA, PREMASSELLATURA, NUMERAZIONE

In un passaggio i pannelli subiscono le seguenti lavorazioni sui 4 lati:
– carico (e scarico) automatico a ventose.
– squadratura a misura dei lati maggiori; fresatura eventuale.
– PREMASSELLATURA dei lati maggiori (i bordi vengono rivestiti in essenza)
– rotazione del pannello di 90°
– squadratura a misura dei lati corti, fresature eventuali
– PREMASSELLATURA dei lati minori

PREPARAZIONE IMPIALLACCIATURE

Vengono preparate fogli di impiallacciature in legno di essenza pregiata (spessore 1mm\0.6 mm) che servono per rivestire i pannelli. Vengono eseguite numerose lavorazioni “sartoriali” di preparazione dei tranciati: selezione, controllo, numerazione, taglio e cucitura.
La numerazione indicherà il tronco d’origine ai reparti successivi e permetterà di avere armadi con ante provenienti da un unico tronco d’origine.

RIVESTIMENTO DEL PANNELLO
LINEA DI CALIBRATURA E PRESSATURA

Il pannello viene rivestito con impiallacciatura di legno in essenza pregiata:
– carico (e scarico) automatico mediante ventose
– calibratura pannelli allo spessore previsto
– incollatura e assemblaggio
– pressatura a caldo con pressa su due piani (acqua C 80°\90° – min. 1’.15” ciclo). Vengono assemblati i componenti che costituiscono il pannello

SQUADRATURA FINALE, BORDATURA, FORATURA

In un passaggio i pannelli subiscono le seguenti lavorazioni sui 4 lati:
– carico (e scarico) automatico a ventose.
– squadratura a misura dei lati maggiori; fresatura eventuale.
– bordatura dei lati maggiori (i bordi vengono rivestiti in essenza)
– rotazione del pannello di 90°
– squadratura a misura dei lati corti, fresature eventuali
– bordatura dei lati minori
– foratura standard (esecuzione forature base indipendenti dalla composizione finale)

IMPIANTO DI FINITURA LUCIDATURA BORDI PERIMETRALI

In due soli passaggi avviene sagomatura levigatura e lucidatura dei bordi perimetrali dei pannelli (fino a 9-10 lavorazioni per passaggio).
– carico (e scarico) automatico a ventose
– levigatura eventuale piani
– fresature varie mediante frese successive ad intervento elettronico
– levigature varie (spigoli, piatti, incavi, tondi)
– lucidature varie successive, intervallate da asciugature rapide e levigature a finire (fino a 5 strati di vernici atossiche e antistatiche)
– eventuale ribaltamento sottosopra dell’intera catasta
– passaggio ROBOT 3D per lucidatura a spruzzo finale automatica sul
perimetro della catasta. Gli operatori non sono a contatto con la zona di verniciatura, e controllano visivamente da fuori.

IMPIANTO FINITURA-LUCIDATURA PIANI

In due passaggi avvengono levigatura e lucidatura delle superfici piane dei pannelli
– carico (e scarico) automatico a ventose (finitura acrilico uv, acqua uv, evp…)
– lucidature varie successive fino a 5 strati di vernici atossiche e antistatiche, intervallate da fasi di asciugature rapide e levigature varie
– asciugatura finale verniciatura in forno verticale
– eventuale ribaltamento sottosopra del pezzo per passaggio successivo

IMPIANTO SPRUZZATURA ROBOT 2D

Vengono lucidati pannelli di forma particolare oppure piccoli lotti di pezzi da finire in colore su richiesta e prodotti sul venduto. L’operatore non è a contatto con la zona di verniciatura, e controlla visivamente da fuori. Un lettore ottico rileva la sagoma dei pannelli da lavorare e governa il robot che spruzza vernice seguendo la forma dei pannelli che si presentano; essiccatura in forno verticale.

AREA TAGLIO A MISURA-PEZZI SPECIALI

Questo reparto funziona seguendo la logica della lavorazione commesse “just in time”: vengono lavorati solo pezzi venduti per gli ordini da evadere entro due o tre giorni, allo scopo di limitare scorte di magazzino e velocizzare le consegne.
– TAGLIO A MISURA e taglio pezzi speciali vengono effettuati con lavorazioni in parte manuali e in parte automatiche:
– bordatrice rettificatrice e copiatrice per diritto rettificare – centro di lavorazione con bordatura per piani sagomati a disegno

FASE SELEZONE E MONTAGGIO

Operazioni manuali ed automatiche di selezione e controllo finale componenti e ferramenta. Impianti automatici a controllo numerico eseguono forature personalizzate in base alle richieste e agli ordini dei clienti: le linee di lavorazione richiamano i pannelli da lavorare, selezionano automaticamente gli utensili (punte, frese, pantografi, lame), inseriscono la ferramenta necessaria (cerniere, basi, bussole, guide cassetti, colla per mobili da incollare) e restituiscono i pezzo finiti e mobili incollati, che vengono subito imballati.

CARICO E SPEDIZIONE

Ogni composizione stoccata in magazzino viene raggruppata selezionata, controllata, etichettata. Carico di pacchi, accessori, componenti e ferramenta, relative alle consegne da evadere.

S.T.E. SVILUPPO SPECIALI E PROTOTIPI

L’area prototipi progetta, produce, sviluppa, controlla e testa nuovi prodotti, li modifica ed industrializza considerando tutti gli aspetti del ciclo produttivo e vitale del prodotto. Tutta l’area aziendale è anche predisposta per test, sperimentazione ricerca e sviluppo di nuove tecniche e prodotti.

IMPIANTI AUSILIARI E SERVIZI INTEGRATI

Tra gli impianti ausiliari è da segnalare l’impianto d’aspirazione che automaticamente raccoglie segatura e trucioli e li convoglia ai silos di stoccaggio. Serve a mantenere pulita ed igienicamente sicura ogni fase di lavorazione: lavorare con la massima pulizia ed ordine è fattore fondamentale per ottenere qualità e perfezione di finitura.
La centrale termica razionalizza l’impiego di combustibili puliti (metano, bio masse) ed ottimizza la loro resa calorica: oltre a riscaldare gli edifici ed uffici, produce l’acqua calda per processi tecnici come per le presse di incollaggio pannelli e per alcune batterie di asciugatura pannelli in verniciatura, con reale recupero energetico come il risparmio di energia elettrica ed evitando il consumo di oli combustibili.
Anche questi impianti ausiliari mostrano vera cura ed attenzione e la passione di Delo per l’ambiente: aiutano a ridurre l’inquinamento atmosferico.